Home Documenti Chi siamo Contatto
Sportello SOS Equitalia
Consigli Servizi Attivitā Notizie Rassegna Stampa

 

Cresce la protesta anti Equitalia
Agli sportelli boom di segnalazioni

EQUITALIA, MANICHINI IMPICCATI DAVANTI SEDE VIA AURELIA

Condividi

Un nuovo sportello promosso dal Movimento difesa del cittadino di Roma Ovest. Inaugurato venerdì quello del Codici che ha ricevuto in meno di una settimana già 60 richieste di aiuto, tra cui un signore a cui l'agenzia di riscossione ha bloccato senza avviso 300 € dalla pensione. Intanto Peciola (Sel) propone di "risolvere il contratto della Provincia di Roma con Equitalia"

 

L'ALLARME Codici: "Aumentano i cittadini disperati"
COMMERCIO "In un anno persi 20mila posti di lavoro"
LA PROPOSTA "In tre mesi chiusi mille negozi", l'iniziativa di Cna
V MUNICIPIO Nasce il gruppo di ascolto anticrisi
IL CASO Per un debito di 5mila euro si vede ipotecare l'appartamento

 

Dopo lo sportello del Codici "Sos debiti: difenditi da Equitalia" oggi ne nasce un altro. Si chiama "Sos Equitalia", il cui promotore è il Movimento difesa del cittadino di Roma Ovest. L'impegno dello sportello sarà rivolto a  alla difesa del cittadino nei casi di abuso da parte del concessionario della riscossione. "Sono molte le persone cadute vittima di contenziosi con Equitalia per cartelle esattoriali o che hanno patito ingiustamente l’iscrizione di un fermo amministrativo degli automezzi - dichiarano dall'Mdc - E questi sono solo alcuni esempi". L’attività dello sportello sarà presentata in un incontro che si svolgerà martedì 15 maggio 2012 alle ore 10 presso la sala del Cesv, via Liberiana n. 17 (Roma). In occasione dell’incontro verranno trattati temi concreti legati alla riscossione e alla tutela dei diritti del contribuente. Lo sportello 'Sos Equitalia' è aperto per raccogliere segnalazioni dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 al numero 06/88642693, è possibile inoltre inviare una mail per richiedere assistenza all’indirizzo romaovest@mdc.it

 

LO SPORTELLO DEL CODICI - Intanto il Codici fa sapere che da venerdì, giorno della presentazione di "Sos debiti: difenditi da Equitalia , ad oggi sono pervenute all'associazione già 60 segnalazioni. Tra le problematiche: Non corretta identificazione del debitore; errori di calcolo; irregolarità nella notifica della cartella; cartella di pagamento riferita ad un verbale il cui credito risulta prescritto, ed altro ancora. Il Codici poi racconta anche alcuni casi emblematici: come quello in cui Equitalia ha bloccato senza avviso 300 € dalla pensione del Sig. L.. Il Sig. ha contattato subito l’Inps che non ha saputo dare le dovute spiegazioni, dicendo che l’Equitalia poteva bloccare e decurtare la pensione senza avvisare. Il sig. L. non ha nulla in mano, nessuna cartella o avviso; o ancora una donna che  a causa di una cartella Equitalia derivata da multe di 6.800 euro si è vista recapitare una ingiunzione di pagamento e un fermo amministrativo dell’autovettura. La cartella Equitalia è stata notificata con timbro illeggibile; P. socio amministratore di una s.n.c., scrive perché ha un enorme problema. Dopo aver preso accordi con Equitalia per la rateizzazione di cartelle riguardanti Iva,contributi Inps non pagati dal 2006 al 2011; ad un certo punto ha dovuto sospendere i pagamenti per problemi economici. All'arrivo di altre cartelle si è recato presso gli uffici di Equitalia per rateizzare quest'ultime, rendendosi conto che per ogni cartella sospesa veniva rifatto il calcolo aggiungendole alle più recenti. Qualche giorno fa si è ritrovato nella sua piccola azienda, l'ufficiale giudiziario che voleva procedere al sequestro degli strumenti di lavoro e ipotecare gli immobili, mettendolo al corrente che il debito ammontava a 472mila euro, il giorno stesso si è recato nuovamente da Equitalia per avere ulteriori chiarimenti e gli è stato comunicato che il debito si era quasi raddoppiato arrivando ad una somma superiore ai 600mila euro. Il Codici rinnova quindi l'invito ai cittadini a continuare ad inviare le segnalazioni all’indirizzo e- mail ricorsiequitalia@codici.org. Lo sportello 'Sos debiti: difenditi da Equitalia' è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19. Tel 06.5571996.

 

LA PROVINCIA - Nel frattempo il consigliere provinciale di Sel Gianluca Peciola parla di  “Risolvere il contratto della Provincia di Roma con Equitalia". Prosegue Peciola: "E’ quanto chiediamo in una mozione presentata in Consiglio provinciale, che impegna il Presidente e la Giunta ad assumere ogni iniziativa utile e necessaria a risolvere il contratto con Equitalia e ad individuare soluzioni alternative tali da assicurare che l’attività di riscossione coattiva dei crediti sia gestita dalla Provincia di Roma e sia graduata in funzione delle caratteristiche sociali ed economiche dei contribuenti". La proposta viene bene accolta dal consigliere Pdl Federico Iadicicco che si dice disponibile "a votare la mozione presentata dal collega Peciola". E aggiunge: "Le Istituzioni e lo Stato non possono assumere atteggiamenti usurai nei confronti dei cittadini, le cartelle che vedono recapitarsi a casa gli italiani da Equitalia oltre a rappresentare un 'attentato alle coronarie' danno un’idea inaccettabile del rapporto tra cittadini e Istituzioni. Addirittura arrivano cartelle per sanzioni prescritte che ovviamente non sono da pagare e può capitare, come da me personalmente riscontrato, di sentirsi rispondere che la cartella è stata emessa perché comunque 'ci si prova'. se lo Stato porta avanti l’idea del 'Ci si prova' cosa può fare un cittadino di fronte a questo esempio? La risoluzione del contratto di Equitalia da parte della Provincia di Roma può rappresentare almeno un atto di civiltà”.

 

Mercoledì, 09 Maggio 2012

 

 

 

10802000_739358596157570_4249969855427401799_n

 

 

Non Profit - Sostienici Il database per il tuo email marketing

 

 

 

© 2017 MDC – Roma Ovest. Tutti i diritti riservati.  

Sportello SOS Equitalia

Informativa sulla Privacy