banner sos equitalia
 
 

 

Home Servizi Attivitā Ufficio Stampa Documenti Chi siamo Contatti
 
Leggi Normativa Tecnica Giurisprudenza Situazione Debitoria Pubblicazioni Cartelle Esattoriali Fermo amministrativo Iscrizione di ipoteca Tasse

 

donazioni

 

 

 

 

 

 

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

 

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. PONTORIERI Franco - Presidente -

Dott. MENSITIERI Alfredo - Consigliere -

Dott. GOLDONI Umberto - rel. Consigliere -

Dott. SCHERILLO Giovanna - Consigliere -

Dott. PARZIALE Ippolisto - Consigliere -

 

ha pronunciato la seguente:

 

sentenza

 

sul ricorso proposto da:

B.A., elettivamente domiciliato in ROMA VIA FEDERICO CESI 21, presso lo studio dell'avvocato CANTELLI ANTONIO, che lo difende, giusta delega in atti;

- ricorrente -

 

contro

 

COMUNE DI ISERNIA, in persona del Sindaco pro tempore;

- intimato -

 

avverso la sentenza n. 149/03 del Giudice di pace di ISERNIA, depositata il 27/03/03;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del 04/10/07 dal Consigliere Dott. GOLDONI Umberto;

udito l'Avvocato CANTELLI Antonio difensore del ricorrente che ha chiesto l'accoglimento del ricorso;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott. UCCELLA Fulvio, che ha concluso cassazione senza rinvio.

 

FATTO

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

Avverso la sentenza del Giudice di pace di Isernia in data 27.3.2002, con cui era stata respinta l'opposizione a cartella esattoriale emessa dal Servizio riscossione tributi della Provincia di Roma, per presunta violazione del Codice della strada, proposta da B. A., in ragione del fatto che i motivi addotti dovevano essere proposti, attesa l'avvenuta notifica del verbale di accertamento, in sede di opposizione a quell'atto, mentre l'unico di essi attinente alla procedura esecutiva non aveva pregio atteso che nessuna norma impone di indicare nella cartella gli estremi del provvedimento di delega intervenuto tra il comune di Isernia e l'ente concessionario della riscossione tributi, il predetto B. ha proposto ricorso per cassazione sulla base di otto motivi, mentre l'intimata Prefettura di Isernia, unico contraddittore anche in prime cure, non ha svolto attività difensiva.

 

DIRITTO

MOTIVI DELLA DECISIONE

Va preliminarmente esaminato il profilo afferente alla regolarità del contraddittorio quale instauratosi in prime cure, atteso che la GERIT, ente delegato per la riscossione, non risulta evocato in giudizio.

Tale omissione comporta certamente difetto di contraddittorio, atteso che almeno uno dei motivi proposti atteneva alla regolarità della cartella, cosa questa che coinvolge l'Ente delegato alla riscossione, rimasto estraneo al procedimento di prime cure e, successivamente, e ovviamente, non evocato di fronte a questa Corte, pur essendo stato riproposto il motivo de quo.

In effetti, il motivo in esame, che certamente attiene alla regolarità formale della cartella esattoriale opposta, risulta prescindere dalla regolarità o meno della previa notifica del verbale di accertamento, su cui si basa la principale difesa dell'odierno ricorrente che, con ulteriori motivi, ripropone tutti i profili di opposizione spiegati in prime cure e relativi al merito e non esaminati dal primo Giudice sul presupposto, contestato, della regolarità della notifica dell'accertamento.

Ma la mancata partecipazione dell'Ente delegato alla riscossione inficia il processo di primo grado per difetto di contraddittorio, con la conseguenza che lo stesso Ente, conseguentemente neppure evocato nel presente giudizio, non viene posto in grado di contraddire l'avverso ricorso.

Va pertanto dichiarata la nullità della sentenza impugnata, che va conseguentemente cassata con rinvio ad altro giudice di pace di Isernia, che provvederà anche sulle spese del presente procedimento per cassazione.

 

P.Q.M.

La Corte, pronunciando sul ricorso, cassa e rinvia, anche per le spese, ad altro Giudice di pace di Isernia.

Così deciso in Roma, il 4 ottobre 2007.

Depositato in Cancelleria il 16 gennaio 2008

 

 

 

diventa-socio-sostenitore

 

 

 
 

 

 

 

 

 

Sabato 15 settembre 2018

© 2018 MDC – Roma Ovest. Tutti i diritti riservati.  

Sportello SOS Equitalia

Camillo Bernardini - Dalila Loiacono

Informativa sulla Privacy